sabato 6 settembre 2014

Rare 12 Inches Week: Day 7, Definitive Gaze



Amiche e amici del blog, chiusura notevole della settimana a 12 pollici assieme ai....



DEFINITIVE GAZE





Chi non conosce questi Definitive Gaze? Beh, altra bella band per cui io personalmente stravedo (con nome preso dal titolo di un brano dei britannici Megazine), che era originaria di Mestre e sulla cui storia, purtroppo, sembra oggi essere calato parecchio (ed ingiustificato) mistero.
Sul web infatti si trovano pochissime informazioni, sia riguardo una precisa ricostruzione delle varie line up (perchè ce ne furono diverse ad occhio, in neanche un decennio di carriera), sia sulla tempistica che ne dettò le gesta.

Sugli inizi, ad esempio, non ho certezze: anche se credo che la breve ma significativa saga dei D.G. sia partita attorno al biennio 85-86 (--> infatti Giacomo Spazio sul booklet di Vinile n°0 -a cui parteciparono con un brano- li definisce ancora immaturi nel 1987).

Anche sui nominativi dei componenti poche notizie. Di sicuro ebbero un ruolo importante nella band il vocalist Sandro Crivellari (recentemente cantante degli End http://web.tiscali.it/end.it/la%20band.htm ) e per buona parte dell'esperienza anche il cantante/chitarrista Andrea Manzo (protagonista nel veneziano di tante band fin dai primi anni 80: Muran Buran, Sybil Vane, Fahrenheit 451 etc..). 
Altri validi componenti del gruppo furono Maurizio Celan (al basso), Virginio Bellingardo (alla batteria) e sul finire di esperienza anche Claudio Valente (poi cantante nei 90 di Revolution -con ancora batterista Bellingardo- e Telegram).

Nel periodo d'attività gli stessi Definitive Gaze auto-definirono il loro sound utilizzando il termine 'psycho-pop', questo forse per via del fatto che la loro musica era si un po' dark (con solide basi post-punk) ma mai troppo fosca e comunque attraversata da coloriture pop (...inseguendo ad esempio un certo beat psichedelico anni 60 alla Birds). 

Di fatto con questa loro proposta musicale piacquero abbastanza a diversi addetti ai lavori. Infatti, oltre a delle tape realizzate in auto-produzione, furono aiutati/invitati da vari soggetti a fare due ottimi dischi in solitaria e a partecipare a compilation di assoluto prestigio --> come 'Something About Joy Division' -con la cover di Warsaw- e alla sountrack del film 'La Chiesa' -prodotto da Dario Argento- assieme a big della musica mondiale come Goblin e Keith Emerson.

Durante l'arco della loro esistenza i Definitive Gaze si misero in evidenza in diverse rassegne locali (come quella 'Realtà e Nuove Tendenze Emergenti' patrocinata dal comune di Salzano, grazie alla quale finirono ancora su disco nel 1988) e parteciparono a diversi concorsi musicali. 
Live erano davvero bravi (almeno da quanto mi è stato dato di sapere..) e prova ne è il fatto che fecero da spalla in due concerti distinti ad una buonissima band inglese di fine anni 80 -i Charlatans- e a Steve Wynn, ex Dream Syndacate.

Si sciolsero anche loro troppo presto credo, poco dopo l'uscita del loro Lp 'Children of a Lesser Pop', credo intorno al 1993.

Qui per voi c'è il loro unico 12 pollici...



'The Primitive Works (12'' 1987)'




Un disco con 6 brani, realizzato con una fantomatica etichetta (la Arty Crafty Records --> molto presumibilmente una propaggine della Toast Records, che curò poi la distribuzione del lavoro) e registrato al Minirec Studio di Torino sotto l'attenta regia di Marziano Fontana (..sulla cui opera mi sono soffermato pochi post fa in relazione al condiviso disco dei Verve).

In questo apprezzabilissimo lavoro potete davvero assaggiare del buon rock: tra forti contaminazioni post-punk, citazioni wave, suggestioni garage/neo-psichedeliche e beat rock.

Tra tutti i brani penso sentirete spiccare la conturbante 'The Wire Blaze', quasi una hit della band (--> lo stesso brano inserito nella soundtrack de 'La Chiesa' di cui sopra), qui in una delle primissime versioni.

Credo vi conquisteranno con le loro ballad sempre ben ritmate questi Definitive Gaze...di cui spero uscirà presto una collection con dentro del loro materiale magari anche inedito ---> operazione che sarebbe più che meritevole !..intanto! buon ascolto...



Special 12 Inches Week --> Day 7, description in english: last shot of this weekly collection with the first record of the venetian band Definitive Gaze (Veneto region, middle 80s-1993). A really enjoyable work (with post-punk and neo-garage-pych rhtythms) from a group really appreciated in Italy around the second half od the 80s (for example, they have partecipated to important compilations like 'The Church movie soundtrack' -Dario Argento production 1989- and 'Something About Joy Division' -Vox Pop 1990-). You can listen here to 6 very good ballads in a psycho-pop style (following the definition of the band).


Please Enjoy

http://www.4shared.com/zip/4bM0dNWLba/Definitive_Gaze_12-1987.html


Nuovi ringraziamenti ad F.d.P. per lo sharing aprioristico e un saluto a tutti voi che magari avrete apprezzato questo (non facile!) sforzo settimanale.

Adios per un po'.


2 commenti:

  1. Ciao e Complimentissimi per il blog !!
    Sono alla spasmodica ricerca di un Lp , Carantonis - Twice Told Tales [Etichetta IRA Records] http://www.discogs.com/Carantonis-Twice-Told-Tales/release/2824457

    Puoi aiutarmi/indirizzarmi/upparlo se lo possiedi ? Grazie comunque !!

    RispondiElimina
  2. No, purtroppo no...non l'ho ancora vista in giro una riproduzione, anche solo in mp3, di questo disco...per queste cose, come per altre, bisogna aspettare (su you tube c'è un brano tratto da quest'album, di sicuro c'è chi ce l'ha e che potrebbe condividerlo..). Vedremo...intanto grazie per i complimenti per il blog...continua a seguire se ti fa piacere! Saluti...

    RispondiElimina