domenica 21 settembre 2014

Imperia Punk/Wave & The End




Eccoci ancora qui, cari/care fruitori/fruitrici di questo angoletto virtuale...torno alla carica con un piccolo giretto ad Imperia e zone annesse...ci sarà pur stato anche qui un bel giretto wave, ma certo ! E quindi accomodatevi un attimo che poi arriverà anche l'inserto sonoro ascrivibile a questo bel territorio ponentino...



Movimenti Punk/Wave ad Imperia


I primi che mi vengono in mente come iniziatori significativi nel contesto di questo bel comprensorio italico di confine, sono i The Worms, meglio conosciuti col nome successivo di Grey Shadow.






Di fatto una delle prime punk/post-punk band di Imperia (sorti col primo nome intorno al 1978, quindi anche primissima onda italiana), in grado di ritagliarsi una certa visibilità soprattutto nella prima parte degli anni 80 con cruciale anno di massima esposizione nel 1984: quando si autoprodussero un Ep (credo un 7 pollici) e parteciparono con loro due brani alla celebre compilation su Lp 'Goot From The Boot' (la prima mitica uscita su disco dell'importante label fiorentina Spittle Records..).
Assieme a loro in questa compilation (nel lato tutto ligure, con pure i savonesi NoiseNoiseNoise Pn), anche i Mind di Diano Marina, altra compagine imperiese che smosse la prima onda punk/wave locale (---> autori di un ottimo demo titolato 'Impulses').

Compatibilmente a queste prime esperienze, fin dai primissimi anni 80 cominciava a muovere i suoi primi passi una delle figure più importanti di tutta la wave ad Imperia (e provincia): sto parlando del pioneristico David Marani.






Un soggettino niente male che si puo' far rientrare anche tra i primi wave movers anche a livello nazionale, visto che già dal 1980 dapprima a Firenze suonò nei Mokba e che dal 1981 fu attivo da qui per diversi anni con diversi e rimarchevoli progetti musicali: tornato in patria, all'inizio coi Mix-Up e poi (soprattutto) con i Take For Run...






Con i T.F.R. (gruppo con base a Ventimiglia fondato intorno al 1982) ebbe coi suoi compagni di percorso una discreta attenzione anche nazionale: con ad esempio un prestigioso passaggio televisivo a Mister Fantasy! il mitico programma su Rai 1 (il rock alternativo andava su Rai 1, pensateci un attimo per favore...) condotto ai tempi da Carlo Massarini. 
I Take For Run participarono nel 1983 ad una delle prime importanti compilation di wave italiana su disco: 'First Relation', prodotta allora dal giovanissimo savonese Fulvio Guidarelli (figura centrale di tutta la wave ligure e per le sue 'opere' avanguardistiche di fine 70 anche nazionale) che incluse qui la loro più bella canzone 'Please Me' (--> una perla del synthpop italiano anni 80..sentitela per forza!).
Per saperne di più sui Take For Run vi favorisco la loro pagina FB di tributo, con tutta la loro dettagliata storia: https://www.facebook.com/Take.for.Run/info .

Dopo questo progetto il Marani avrebbe dato corso nella seconda metà degli anni 80 ad altri due significativi progetti wave (molto elettro): Digitalk e Aritmia (con questa band ha realizzato addiruttura due Lp e un 12'' Ep! a trovarli...)

Tributato il giusto riconoscimento al buon David, passando ad altri ma sempre tornando a First Relation (di cui sopra), bisogna ricordare che in questa compilation venne inserita un'altra importante band wave di estrazione imperiese: i V.U.D. (o 'Video Up to Date').






Un altro grazioso progetto musicale su cui ahimè si sa ben poco, autore di un sound molto minimal wave (sentire la loro spettacolare 'Look!') e che si resse sulle sorti di un terzetto così assortito: Mario Maccario ai synths e backing vocals, Andrea Minetti lead vocal e basso, Valentina Zanzanaini alle voci.

Ad Arma di Taggia c'erano poi gli H2O...






...che però non lasciarono grandi tracce, ad eccezione dell'ottima partecipazione (col brano 'Bruciate Le Squole') alla compilation Tendencies, prodotta nel 1987 dalla Stella Mars di Siena.
Questa era la formazione attiva nella seconda metà degli anni anni 80: Gianluca Gregorio chitarra/voce, Tommaso Pollano basso, Fabrizio Francesia voce, Fabrizio Rebando batteria.


Venendo ad altre storie, ad Imperia non si puo' non parlare di alcune esperienze rimarchevoli per il sostentamento del rock alternativo imperiese di questi gli anni.
Ecco quindi che bisogna almeno accennare all'esperienza del CSA 'Sobbalzo' di Cervo (ora denominato Spazio Autogestito Babilonia). Un vero luogo culto per questa zona soprattutto per i punkettoni più tosti che anche qui c'erano e si davano da fare sull'esempio del colleghi del movimento internazionale (crassiani e non). Fu uno spazio fondamentale (a partire dalla seconda metà degli anni 80) per le innumerevoli occasioni in cui band del territorio poterono esibirvisi (vi transitarono chiaramente anche band provenienti da altre parti d'Italia, in particolar modo da Savona).
Qui di casa erano i Crime Gang Band (o CGB), forse la band punk hardcore (attiva dal 1987) più in vista di questo territorio (---> inforcate questo link per saperne di più: http://lnx.cgbhc.net/bio/  ).

Altre iniziative di fiancheggiamento a musicisti del territorio vennero poi da due importanti iniziative produttive. La prima di cui parlare è quella afferente alle vicissitudini della label Dischi Noi (con base a Sanremo) gestita da Mariano Schiavolini, che fin dai primissimi anni 80 avrebbe spedito su vinile tanta wave italiana (mandando alle stampe tra gli altri anche l'unico Lp dei Futuritmi, postato qui quasi un annetto fa).
La seconda, e dal mio punto di vista più decisiva per le sorti di molti rock waver imperiesi, si resse sulle spalle di Tino Garibbo.






Un musicista/produttore, scomparso prematuramente nel 2004 e oggi molto compianto da chi lo ha conosciuto (soprattutto per la sua grande umanità e disponibilità), che negli 80 oltre a suonare in alcuni ensemble (tipo la Funky Band, assieme a Pierpaolo Moraldi e Nello Cupone) mise in piedi (lavorandoci come abile sound engineer) lo studio di registrazione Room Ore (braccio musicale delle sua piccola casa editrice Edizione Straordinaria).
Un luogo imprescindibile per molti musicisti che appartenevano a questa zona, dove passarono quasi tutte le band imperiesi (punk/wave, ma non solo) in cerca di un posto opportunamente attrezzato dove poter registrare con qualità anche dei semplici demo su cassetta...

...e a proposito di demo, indovinate dove fu registrato lo stesso che vi propongo oggi come allegato sonoro al presente articoletto???? Proprio uno di quelli usciti dallo studio Room Ore, con note immessevi dai....



THE END





Su questi The End, ve lo dico subito, purtroppo so poco o nulla. Addirittura non conosco neanche i cognomi di chi componeva quest'ottima band (alcuni nomi li potete scorgere qui sopra in foto, forse a qualcuno diranno qualcosa..chi sà, parli!). Certamente erano della zona di Imperia e furono significativamente attivi quanto meno nella prima metà degli anni 80.
Il demo sottostante sembra essere stato la loro unica traccia produttiva...


'The End (demo Edizioni Storie Tese 1984)'




Aldilà del mistero che avvolge questa band, per questo lavoro si possono spendere delle belle parole: è infatti un condensato davvero mirabile di essenziale rock wave (tra post-punk e punk wave) che testimonia l'ottima caratura della formazione The End che si espresse in questa cassetta, che ci sapeva davvero fare con gli strumenti.

Il demo -come accennato sopra- venne registrato nello studio Room Ore di Garibbo (che ne curò evidentemente l'ottimo mixaggio tecnico) e venne distribuito dal collettivo Edizioni Storie Tese di base a Savona (gravitante attorno alle gesta dei Savage Circle..altro gruppone punk/wave ligure..).

Che dire, più specificatamente, riguardo al contenuto musicale? Tutto molto gradevole..spassoso post-punk sostanzialmente, ben ritmato e ben confezionato (a volte non lontano da puntate anche coldwave, come nel brano 'Waiting For...').

Merita senzaltro un ascolto ripetuto anche questo bel lavoretto partorito giusto 30 anni fa (e quanta freschezza ancora!). Aspetto vostri commenti in caso...


Description of the tape in english: my dear international followers, today for you a very good work from a band called The End (Imperia, Liguria region early 80s). 12 enjoyable songs in a perfect (& animated) underground 80s style: between post-punk (sometime very cold, like in the track 'Waiting for...') and other punk/rock wave influences. If you like bands such The Fall, you won't be disappointed.


Please Enjoy

http://www.4shared.com/zip/JoHoN1yoce/The_End_demo1984.html



Ringraziando F.d.P. per la condivisione, dedico giustamente il presente post alla memoria di Tino Garibbo e a quegli imperiesi che animarono questa ottima scena musicale anni 80.


Saluti.



26 commenti:

  1. Il prossimo devi dedicarlo ai Savage Circle! Non vorrei sbagliare ma forse nei The end ci suonava qualcuno di loro. Ciaoooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A Savona ancora non sono passato caro Marco...ma credo ci farò un salto, prima o poi...saluti

      Elimina
  2. Il demo impulses dei Mind è stato rieditato dalla Rumor Records, è in free download e ha raggiunto circa i 600.000 scaricamenti

    RispondiElimina
  3. http://rumorsrecords.altervista.org

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccellentissima segnalazione e bellissima iniziativa questa della label (che non conoscevo...mea culpa!)...il nome Rumors Records rimanda un po' alla Room Ore records di Garibbo, che sia un gioco di parole in continuità con quell'esperienza? Mi piace idealmente pensarlo...ottimo comunque il ri-editing del nastro dei Mind..avevo sentito una registrazione tempo fa di questa demo ma qui si esalta tutto meglio...grande sound, grande post-punk per il periodo, corposo e di ottimo livello tecnico, quasi alla francese (daltronde il confine era vicino...). Complimenti e coraggio per il proseguo di attività ! Saluti..

      Elimina
  4. Ciao,
    innanzi tutto grazie per questa tua ricerca che mi spalanca un mondo di ricordi. A questo punto ti segnalo il 45 giri degli 84th Min, nel quale ho suonato come batterista, che fu registrato da Tino Garibbo nel suo studio Room Ore. In copertina compare il numero di catalogo EST 001, che se non sbaglio faceva proprio riferimento alle Edizioni Storie Tese.
    Andrea De Thomatis

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piacere Andrea, grazie a te per i commenti, io ho solo rievocato quel che ho potuto, quel che son riuscito a ricostruire, mi fa piacere rievocare qaulcosa di importante per qualcuno...non sapevo di dove fossero gli 84th Min., avevo adocchiato il vostro disco ma non vi avevo collocati: è segnato come EST e quindi ero rimasto indeciso tra Savona ed Imperia..ora mi hai svelato l'arcano e nel frattempo ho anche trovato il tuo soundcloud...bel rock wave facevate! un po' Devo un po' the Stranglers, tra post-punk e synthpop..ho ascoltato 4 piacevoli brani, davvero una bella sorpresa ! Ti lascerò un messaggio altrove, così, se sei daccordo, vorrei approfondire alcune cose. ciao !

      Elimina
  5. https://www.facebook.com/pages/Aritmica-A-italian-Electronic-Band-1988/378440355524606?ref=hl

    RispondiElimina
  6. https://www.facebook.com/Take.for.Run?fref=ts

    RispondiElimina
  7. The Official Video of "Please me" TAKE FOR RUN

    https://www.youtube.com/watch?v=guF1kNQ5YQY

    RispondiElimina
  8. Signore e Signori…e' con grandissimo piacere che pubblichiamo il Video della song “Your Future” di David Marani - 2011 - su YouTube.
    Puoi comprarlo su digital in Itunes, Amazon, Cdbaby.

    Ladies and Gentlemen…and with great pleasure that we publish the video of the song "Your Future" by David Marani - 2011.
    You can Buy in digital in Itunes, Amazon, Cdbaby.

    https://youtu.be/wun4Kg7nzO8

    RispondiElimina
  9. scusa ma non riesco in alcun modo a scaricare il demo the end.. 4shared è cervellotico.. poco male perchè ho una copia del nastro presa all'epoca ma per l'appuhto è smagnetizzata.. presa in un archivio di una radio dove ho lasciato una copia

    bye

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lasciami una mail che provvederò a spedirti brano dopo brano tutto il demo. Dopodiche cancellerò il tuo indirizzo da qui per tutelare la tua privacy. saluti Grucio

      Elimina
  10. Ciao sono Mario Maccario (dei V.U.D.), piccola imprecisione: io facevo i hacking vocale e suonavo i Synths, Andrea Minetti era lead vocal e basso, Valentina alle voci.......Avrete presto (spero) news.......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mario, felice di trovare un tuo commento qui! Ho corretto i ruoli del terzetto all'interno dell'articolo secondo le tue indicazioni. Purtroppo, evidentemente, mi ero rifatto ad informazioni poco corrette (vedasi il doc un po' confuso di Frigidaire del 1984 dove foste censiti anche voi tra le band new wave italiane). Ad ulteriore discolpa metto anche il fatto che fino ad ora si son trovati davvero pochissimi cenni riguardo alla vostra attività musicale, quindi ottima la notizia dove 'minacci': avrete presto (spero) news...un bel saluto wave a te ad i V.U.D.!

      Elimina
  11. Un saluto da chi come molti qui ha passato tanti tra i suoi momenti migliori in compagnia di Tino in Room Ore... È grazie a quel posto in Via Artallo e a quella straordinaria persona se oggi vivo di musica. Imperia rules! Danilo Ballo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, bello trovare un commento da parte del tastierista dei Pooh..chissà a quante persone ha cambiato la vita Tino Garibbo! Chi ha scritto questo articolo (me medesimo) non è neanche imperiese e nonostante ciò ha potuto fare un tributo ad una persona che sembra aver lasciato davvero tanti buoni ricordi tra suoi concittadini (musicisti) e non. Gestiva un posto speciale perchè era una persona speciale...una bella storia quella di Tino e che bisogna cercare in tutti i modi di tramandare. Un saluto a te Danilo, grazie per il bel commento! G.M.

      Elimina
  12. Ciao GM, grazie per quest'ottimo articolo sulle band punk/wave di Imperia e dintorni. Quanti bei ricordi legati a queste bands.
    A proposito dei The End nell'84 facevo prima liceo a Imperia e i The End assieme ai Savage Circle erano i miei gruppi idoli :-) Se ti interessano ancora i nomi, la band era composta da: Claudio Testa (Basso), Massimo Panassiti (Chitarra), Federico Rossi (Chitarra e Voce), Alessio ? (Batteria).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie molte per il commento, altrochè se mi interessa ancora sapere i nomi dei componenti dei The End, peccato manchi il batterista nella tua ricostruzione! Poco male però, ora almeno ho dei cognomi dei 3/4 della formazione e volendo sarebbero fattibili, alla bisogna, dei rintracciamenti. Credo il Federico Rossi abbia suonato anche nei Savage Circle, mi confermi?...comunque concordo con te, questi due che citi sono gruppi mitologici della punk wave ligure, di caratura quantomeno nazionale..grazie davvero per il commento!

      Elimina
  13. Prego :-) Massimo lo trovi su facebook (cerca Max Pana). Non mi risulta che Fede abbia mai suonato nei Savage Circle. https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10206808403158750&set=ecnf.1536028196&type=3&theater

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo disturberò in un momento opportuno in caso (intanto l'ho avvistato su fb..)..grazie molte per le informazioni, in caso arrivassi a scriverne un libro di queste cose mi toccherà citarti tra i credits..saluti!

      Elimina
    2. Hahaha, mitico! Grazie a te per quello che fai con passione e stile. Ciao :-)

      Elimina
  14. https://www.youtube.com/watch?v=5THi0WhtDSY&t=1s

    RispondiElimina
  15. https://www.youtube.com/watch?v=guF1kNQ5YQY

    RispondiElimina
  16. Confermo: Federico Rossi non ha mai suonato nei Savage Circle: l'ultima e più attiva formazione dei S.C. era composta da Claudio Tomati (chitarra e voce), Vincenzo Bianco (basso e cori), Marco Barbarino (chitarra) e Alessandro 'Kino' Rossini (batteria e cori). Un piccolo aneddoto: al Room Ore di Tino Garibbo registrammo la cassetta "Summertime Songs" - nel 1983 - dei NoiseNoiseNoise (dove suonava anche Vincenzo Bianco - alla batteria) in circa 3 ore (mix compreso!!!)
    Robi CGB

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie del commento Robi, mancava giusto un commento di qualcuno dei Noise/CGB sotto questo articolo. Grazie per i nomi della formazione dei Savage (annotati prontamente) e gustosissimo l'aneddoto sul demo Summetime Songs (lavoretto oggi di culto della scena anarcho-punk italiana). Ci sarebbe da raccontare e da tramandare di più su queste storie...un saluto di stima G.M.

      Elimina